Io negli anni ’90 ci tornerei domani

Io negli anni ’90 ci tornerei domani.
Sarà per nostalgia, sarà per avere 15 anni in meno, ma ci tornerei domani.
Sarà perchè vorrei accendere la radio e sentire Jovanotti o Frankie Hi-nrg e non quell’insulto alla musica di Fedez.
Sarà perchè vorrei girare canale e guardare Willy il Principe di Bel Air e non Violetta.
Sarà perchè mi manca chiamare a casa un’amica e, se stava facendo i compiti, col cazzo che me la passavano.
Sarà che mi manca darsi un appuntamento e aspettare il solito ritardatario senza possibilità di ritracciarlo. Dovevi aspettare #mannaggialaputtana, punto.
Sarà perchè non vorrei più leggere i tweet di Renzi e degli altri politicanti o i post di Salvini e, peggio ancora, i commenti dei suoi seguaci bifolchi.
c_V2PItw_400x400Forse perché avrei voglia di chiedere ad un amico che fine ha fatto davanti ad un caffè, invece di vedere la sua vita minuto per minuto sul Facebook.
Ecco, mi manca l’emozione del rivedersi dopo tanto, mi manca il mistero, l’avere ancora qualcosa da chiedersi, da raccontarsi. Che di alcuni oggi si vede veramente tutto: ogni aperitivo, ogni cena, ogni cosa che hanno mangiato e perfino se quando l’hanno cacata era molle o cotogna, ogni outfit, ogni cambio costume, ogni espressione di figli e cani, ogni attività sportivo/ricreativa/ludico-motoria che stanno facendo, ogni posto in cui si trovano che, veramente, se qualcuno volesse rapirvi sarebbe un gioco da ragazzi.
 Tutti sempre al top, tutti allegri, sorridenti e spiritosissimi, tutti #invidiati da chi non si sa, tutti #folli nonostante siano più scontati di un cappotto di Zara nel mese di agosto, tutti a fare qualcosa di eccezionale #bellavita #cocaemignottetuttalanotte al solito bar del solito buco di culo di paese e con il naso appiccicato allo schermo del telefonino.
E va benissimo così, insomma è l’evoluzione (o involuzione?) dei tempi direte, le modalità di interagire e comunicare con gli altri sono cambiate e comunque ognuno è libero di fare ciò che vuole, certamente.
Ma io oggi vorrei solo tornare agli anni ’90, quando per “scaricare” una canzone che ti piaceva dovevi aspettare ore davanti la radio pronta a schiacciare rec, quando se volevi fare una dedica a qualcuno la scrivevi sulla smemo, quando si era capaci di dirsi le cose in faccia anche se voleva dire scostare un attimo la maschera per lasciarti sbirciare e questo faceva paura.
Dove chi aveva 14 anni ne dimostrava 14 e non 25 come oggi, dove ci vestivamo a cazzo e avevamo capelli da dimenticare, ma ce ne sbattevamo i coglioni perchè in fondo fare schifo era un gesto rivoluzionario. Dove non esistevano ciglia finte, unghie finte, capelli finti che se ti togli tutta l’impalcatura devi rifare il passaporto.
Quando si era solo noi, insomma. #offline
Annunci

16 pensieri su “Io negli anni ’90 ci tornerei domani

  1. sherazade ha detto:

    Mi fa piacere che ti sia piaciuto un post che ho scritto per una ragione precisa e non allegra.
    Grazie.
    Mi piace come scrivi e comunque cji sono io per dovertelo dire e mi ha molto colpito il tuo richiamo nostalgico agli anni 90 in rapporto ebbene sì hai Twitter di Matteo Renzi e quella sconfinata quantità di inutili messaggi ora gaudenti ora smielata mente falso buonisti.
    Chiudere tutto impossibile ma infatti io prediligo il mio blog e gli amici che passano e dai quali passo volentieri compatibilmente con quella che è la quotidianità.

    Sheranvorahrrrazie

    Mi piace

    • MarVie ha detto:

      A me piace pensare che nelle parole “ti amo” sia racchiusa tutta l’infinita energia, l’immensità del sentimento che provi nei confronti di qualcuno quando, appunto, lo ami. Ti amo come se il cuore mi esplodesse e non posso dirtelo altrimenti che così, che l’universo non è possibile spiegartelo a parole. Tu, per me, sei un numero primo Shera, come quelli di cui ho scritto in un altro post. Lo leggo tra le righe dei tuoi scritti. Ed io non so perché hai scritto quel particolare post che ora mi dici esser triste. Ma so che, per come la vedo io, dire ti amo, amare, donarsi non è mai un buttarsi via. Nonostante tutto, nonostante anche io creda che alcuni ti amo lo dicano per protagonismo: e non ti sembrano, già solo per il fatto di dirlo e non provarlo, tristi?
      Grazie a te per essere passata.
      Un abbraccio.

      Mi piace

      • sherazade ha detto:

        Grazie MarVie..
        Tristezza per una persona che non c’è più e della quale mi manca il calore vitale.
        Pensiero lo conosci e non devo ribadirlo ma soltanto accettare anche le tue parole e le tue opinioni.
        Sherabbraccioricabiatissimo 🌷🌵🌻🌺

        Mi piace

      • MarVie ha detto:

        Mi spiace non averlo capito.. e spero di non averti offesa o urtata con le mie parole che, seppur sentite, alla luce di quel che mi dici mi sembrano quantomeno banali e frivole. Perciò mi taccio, ma ti abbraccio forte, fortissimo ❤️ Marina

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...